domenica 13 gennaio 2013

Considerazioni di Gennaio

Non sono mai stata una persona da buoni propositi per l'anno nuovo.
Un paio di volte c'ho anche provato, ma puntualmente dopo 15 giorni erano già finiti nel dimenticatoio.
Non credo che ci sia bisogno di decidere a capodanno cosa fare nell'anno che sta arrivando, giusto?
Infatti era già da un paio di mesi che ci pensavo, ne ho parlato a lungo con Lucio e alla fine ho scritto una lettera alla cooperativa in cui lavoro chiedendo 6 mesi di aspettativa a partire dal 1° febbraio.
Credevo di dover aspettare almeno una settimana, invece mi hanno risposto subito.
Così da domani sono in ferie fino al 31 gennaio, e dal 1° febbraio in aspettativa.
Il problema è che negli ultimi tempi (intendo un annetto o giù di lì) dormo molto poco e molto male, e a volte mi capita di non riuscire a dormire nemmeno di giorno, pur sentendomi stanchissima e combinando poco e niente.
Soprattutto mi sono ritrovata a mal tollerare la presenza di altre persone e ad avere scatti d'ira che non mi sono piaciuti per niente, pur riuscendo a controllarli.
In questi mesi ho intenzione di fare TANTO la nonna ma anche di passare più tempo con i miei genitori. A maggio la mia mamma compirà 80 anni e il mio papà 86 e anche se si possono considerare discretamente in salute, tante cose non sono più in grado di farle.
Poi voglio cucire, cucire, cucire.
A dicembre ho fatto un mercatino di Natale, il primo dopo 7-8 anni, di cui parlerò prossimamente. Avevo poche cose ma ho intenzione di farne altri quindi devo cucire cose nuove.
Voglio provare a fare cose nuove: fimo, feltro con lana naturale, tingere con erbe, foglie e frutti, riprendere le candele, nuovi punti a maglia e all'uncinetto.
Voglio svuotare questo secchiello e riempirlo di nuovo.
Oltretutto mi vergogno moltissimo ma non sono riuscita a finire in tempo la trapuntina che avevo iniziato per "Mille colori per l'Emilia". Il top e il retro sono finiti ma devo assemblarli e trapuntarli, e sono in un angolo assieme ad altri UFO.
Un'altro dei programmi è quello di provare una nuova ricetta ogni settimana.
Due settimane fa sono anche tornata in piscina. Erano almeno 15 anni che non lo facevo seriamente, da martedì 2 volte la settimana, per rimettere a posto schiena, gambe e braccia.
Se poi perderò anche un 3-4 kg ben venga.
Il blog fa parte dei programmi, naturalmente.
Ho dei tutorial iniziati, ma ci vorrà ancora tempo.
Ma con tutti questi programmi, mi basteranno 6 mesi?

Ringrazio tutte le persone che mi seguono e quelle che ogni tanto passano di qui, anche senza lasciare una traccia.
E' sempre bello sapere che ci siete, anche se non sempre ci sono io.
A presto, stavolta sul serio.
Ciao



7 commenti:

  1. Ciao, che dire?!? per ora goditi il meritato riposo e poi dacci dentro perchè sei mesi volanooooo.
    Anch'io come me te mi sento tremendamente in colpa per non aver finito il quilt Mille colori per l'Emilia ed anch'io come te per non aver terminato i lavori da tempo iniziati.
    In bocca al lupo:-)
    Un abbraccio, Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia paura è proprio quella, che senza accorgermene sia già arrivato luglio...
      Allora non sono la sola che non c'è l'ha fatta! E pensare che ero partita così decisa...
      Ricambio l'abbraccio, a presto

      Elimina
  2. Ti auguro di riuscire a fare gran parte di quello che ti sei proposta! E soprattutto di stare meglio fin da subito!
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo, soprattutto la seconda!
      Ciao

      Elimina
  3. Goditi i o il nipote e i tuoi famigliari e ti auguro di cuore che tu riesca a fare tutto ciò che ti sei proposta...fa bene all'anima

    RispondiElimina
  4. Grazie anche a te per il sostegno. Ho deciso che lavorare per vivere va bene, ma vivere per il lavoro no, ci sono cose molto più importanti.
    Ciao!

    RispondiElimina
  5. Goditelo tutto questo periodo e soprattutto prenditi cura di te! Un abbraccio
    Laura

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...